Settore Agroalimentare

Europe Saves Food vuole contribuire alla riduzione dello spreco alimentare in tutte le sue forme valorizzando il cibo invenduto, ma ancora commestibile, nella filiera agroalimentare.

Per compiere il progetto, Europe Saves Food deve avvalersi di due figure: un'azienda con eccedenza di cibo (di seguito per brevità il donatore) che ceda i propri alimenti in eccedenza ad un'associazione caritatevole (di seguito beneficiario) che si impegna alla distribuzione degli stessi, agli indigenti. Tali associazioni non lucrative a fini di solidarietà sociale sono infatti equiparate, secondo la legge 155/2003, nei limiti del servizio prestato ai consumatori finali.

Attraverso il sito www.europesavesfood.org permetteremo al donatore che ha eccedenze di ridare speranza e dignità a chi è in difficoltà, attraverso i beneficiari aderenti al progetto. La partecipazione e l'iscrizione al sito sono del tutto gratuite ed in ogni momento il donatore potrà decidere di venir meno alle donazioni. Il ritiro del cibo sarà a carico del beneficiario in orari e modalità convenute con l'azienda donatrice.

Noi di Europe Saves Food ci impegniamo a monitorare nel tempo il sistema di donazioni e ritiri, diventando il punto di ascolto sia per il donatore che per il beneficiario, implementando in modo tempestivo tutte le azioni utili al corretto funzionamento dello scambio.

Europe Saves Food intende finanziare il progetto con attività di marketing a cui nessuno degli attori, siano essi donatori o beneficiari, ha l'obbligo di partecipare.

Le aziende che partecipano al progetto potranno gestire le eccedenze in modo innovativo, diminuendo i costi di smaltimento dei rifiuti e migliroare il legame col territorio.

Per iscriversi basta inviare una mail all'indirizzo di posta elettronica info(AT)europesavesfood.org